Al girar della via
Mi veggio intorno come ch'io mi mova,
e come ch'io mi volga e ch'io mi guati,
io sono in via Anfiteatro Laterizio,
Eterna, piacevole, dolce e gelo:
Regola e qualità non l'è nuova.
Crema succulenta e dolce profumo
Per l'area gioiosa si riversa:
Odora la terra che questa riceve.
Saverio con gli occhi vermigli, fiero di se
Guarda gioioso gli spiriti che
Gustano le sue delizie

inferno, canto quarto, v. 1.18